Ebbe origine nel ’700 a seguito di un insediamento degli Scolopi. Posto a 66 metri sul livello del mare, ha una estensione territoriale di circa 97 Kmq. Nel 1751 aveva 399 abitanti, nel 1821 411, nel I881 698, nel 1901 873, attualmente la sua popolazione ha ampiamente superato i 1400 abitanti. Il territorio di Domus de Maria è contraddistinto da due distinti aspetti morfologici: quello Montano (dove insiste il centro abitato sulle pendici del Monte Cùccuru) e quello Costiero (elemento tipico del sud della Sardegna, con il mare limpido e cristallino, spiagge pulite, con dune coperte da ginepri secolari e diverse lagune che ne accrescono le bellezze naturali). La chiesetta dello Spirto Santo, risalente alla fine del '500 e che conserva un'acquasantiera dalla curiosa forma, è una delle caratteristiche peculiari che merita l' attenzione del visitatore. Sono comunque, i dintorni del Paese a riscuotere grande interesse. Dalle ultime case, sul lato settentrionale del borgo, parte la strada che più comunemente viene utilizzata per raggiungere il Demanio di Is Cannoneris e Punta Sebera. Le amene e accattivanti vedute collinari sui contrafforti della montagna, con il tracciato che si inerpica in viva salita, sono un degno preludio agli eccezionali pregi ambientali della costa.

Foto primi 900
Lo stabile che ospita il museo
Domus de Maria visto dall'alto
Link Correlati:
Cartina Domus
Cartina Spiaggie
La Montagna
 
Chiesa foto primi '900
Chiesa
"Domus - Biblioteca Multimediale" - Credits