Nelle montagne prevalentemente granitiche del territorio di Domus de Maria, cristallizza l'Ortoclasio, un minerale della famiglia dei Feldspati, rarissimo in cristalli soprattutto quando è associato al Quarzo Fumé e ad altri interessanti minerali. Ci sono inoltre varie miniere abbandonate. Di particolare interesse a livello di ricerca può essere la miniera denominata "Sa Spinarbedda". Nella discarica di questa vecchia miniera di ferro si possono trovare vari tipi di Granato. Oltre a questi motivi, che possono interessare in modo particolare gli appassionati di mineralogia, le montagne del territorio di Domus de Maria daranno non poche soddisfazioni anche a chi intenda fare semplicemente una escursione nei suoi splendidi boschi costituiti prevalentemente da Leccio, Corbezzolo e Erica Arborea, magari con la gradita sorpresa di incontrarsi faccia a faccia o di vedersi attraversare la strada da qualche splendido esemplare di Cervo sardo. Da punta Sebera (mt.979) lo sguardo spazia sul territorio del basso Sulcis sino a Teulada (Isola Rossa) e dall' altro lato sino al Golfo degli Angeli a Cagliari. I nostri boschi sono anche meta obbligata per tanti ricercatori di funghi, che giungono da varie parti dell’ isola. Splendidi si possonodefinire gli Ovoli e i Porcini Reali che le nostre montagne riescono a produrre. Qualche abitante del luogo racconta di aver visto degli Ovoli giganti, del peso di circa quattro chili. Le bacche dei boschi di Domus de Maria vengono mangiate dagli uccelli, quelle di Lentischio e di Mirtillo oltre a quelle di Corbezzolo, danno alla carne dei Tordi e dei Merli un sapore particolare, selvaggio e delicato allo stesso tempo, che li rende molto ricercati. Oltre a Cervi e Daini nei boschi abbondano anche i Cinghiali.

Esemplare di cervo sardo
capre
rocce caratteristiche
Link Correlati:
Cartina Domus
La Montagna
Cervo Sardo
 
 
"Domus - Biblioteca Multimediale" - Credits